Pane ad alta idratazione: l’eccellenza all’ HOTELCORALLORIMINI

pane ad alta idratazione

Il nostro quotidiano è fatto di storie, di piccoli grandi traguardi che ci riempiono di soddisfazioni. Piccoli grandi accorgimenti che rendono la vostra permanenza più “buona”, da moltissimi punti di vista. Oggi vi raccontiamo qualche dettaglio sul nostro pane ad alta idratazione, che, croccante e gustoso, ha raccolto molti consensi tra i nostri ospiti.

La parola a Giuliano Auletta, che ci spiega, con grande professionalità e passione, come ha realizzato il nostro pane ad alta idratazione fatto in casa.

pane ad alta idratazione

Il pane ad alta idratazione dell’HOTELCORALLORIMINI

“Il nostro pane è composto dal 75% di acqua, ed è quindi un pane ad altissima idratazione. Focalizzo subito l’attenzione su un elemento importante: l’acqua. Non uso mai, per i miei lievitati, acqua di rubinetto. Utilizzo acqua alleggerita dagli elementi calcarei e dal cloro.

L’impasto matura in cella a +4°, per almeno ventiquattro ore. Quello che volevo ottenere, da questo pane, è un risultato soddisfacente dal punto di vista della shell-life (periodo di tempo in cui un alimento è adatto al consumo ndr).

Una volta, infatti, si faceva il pane una volta a settimana, ed era buono per più giorni. La materia prima era eccellente e mai raffinata, i tempi lunghi e il risultato era eccellente. Ho cercato di riproporre le stesse tempistiche, cercando di realizzare un pane che rimanesse buono a lungo, e credo di esserci riuscito.

Un altro dettaglio interessante da notificare riguarda l’aggiunta di germe di grano all’impasto. Si tratta di un accorgimento che dona vita al pane e lo rende buono a lungo”.

Anche la versione senza glutine è ad alta idratazione

Naturalmente, come ben sapete, i nostri amici celiaci gustano le stesse identiche pietanze delle persone che mangiano normalmente glutine. E anche per loro c’è il pane fatto in casa! Il procedimento, ci spiega Giuliano, è lo stesso, ma le germe di grano sono sostituite con il miele di Mulazzano. Inoltre, sempre per abbassare il picco glicemico, all’impasto viene sempre aggiunta la fibra inulina, che contribuisce anche a mantenere l’idratazione e lo rende più buono nel tempo.

Cosa ne pensate? Per noi è sempre festa, ogni volta che il forno e la cucina profumano di buono.

Lo venite a provare? 😉

Ecco QUI tutte le informazioni sull’hotel, perfetto e sicuro per le persone celiache.