Non solo “senza glutine” in hotel: in cucina ci mettiamo il cuore!

Domani, presso l’hotel, si svolge un evento dedicato alla panificazione senza glutine, con una golosa parentesi anche sulle focacce (vedi locandina in fondo all’articolo).

Cogliamo l’occasione per presentare il nostro Chef Giuliano Auletta, e la sua particolare attitudine alla cucina salutare, sia che si tratti di cucina senza glutine che quella creata per tutti.

Egli infatti ha una sensibilità particolare, forse dettata dalla sua storia personale, per la salute del commensale, riuscendo a infondere comunque gusto alle sue creazioni.

Gli abbiamo rivolto qualche domanda:

  • Sei uno chef molto attento alla salute dei tuoi clienti, sia che siano sani, sia che siano celiaci e diabetici. Ci spieghi perché?

Il motivo è, se vogliamo, banale. Mi ritrovo molto in una frase di Democrito “Gli uomini implorano dagli dei la salute e non pensano di avere in mano, essi stessi, gli strumenti per conservarla“…per me tra quegli strumenti vi è il CIBO. Lo considero sacro, una medicina per il corpo e per la mente. Ne consegue che, un piatto ben fatto, poco elaborato, accorto nelle materie prime possa avere degli effetti benefici e duraturi sul nostro organismo. Cosa che non succede con le pietanze raffinate, dove c’è molta “industria” e delle cui materie prime si sa ben poco. Ecco, queste ultime cose sono quelle che più detesto e non mi sognerei mai di farle entrare nella mia cucina.

  • Ci sono delle premure molto speciali che hai per i tuoi commensali, come quella del pane fatto sempre in casa. Hai qualche altro accorgimento per il gusto e la salute della tua cucina?
Certo. Il primo l’ho già sottolineato: la materia prima da cui parto. Amo molto gli ingredienti “arcaici”, come alcune tipologie di legumi che sono finite nel dimenticatoio di molti.
In secondo luogo, la mia cucina è basata sull’utilizzo di molte spezie provenienti dai ricordi dell’infanzia, nella mia terra del sud, ed altrettante che portano fino a noi i sapori e gli umori di paesi lontani. Accanto alle spezie, nei miei piatti trovano spazio molte verdure, erbe di campo e condimenti particolari, quali gli oli di semi utilissimi alla nostra salute: lino, zucca e sesamo.
Per finire sono molto attento alle cotture: sempre semplici, veloci, alcune della tradizione (come la cottura in coccio) ed altre innovative (come il sottovuoto e basse temperature).
  • Cucina per celiaci a basso contenuto glicemico: è possibile unire le due cose senza rinunciare al gusto?

Sì, è possibile! Ad esempio, io in primis preferisco ai mix raffinati le farine naturalmente prive di glutine, che sono anche a più basso indice glicemico. In caso di utilizzo dei mix raffinati, prendo l’accortezza di aggiungere agli impasti piccole quantità di fibre naturali e spezie, che hanno la funzione di abbassare il carico glicemico. E potrei elencare altre molteplici attenzioni che trasformano un piatto senza glutine anche in un piatto ipoglicemico, senza dover rinunciare al gusto ed alla ricercatezza.

In bocca al lupo al nostro Chef, e grazie per l’impegno e la passione che infondi in ogni tuo piatto!

Ecco una gallery delle nostre pietanze:

Evento "Pan per Focaccia" Chef Giuliano Auletta