I doni dell’orto a settembre

I doni dellorto a settembre1

Benvenuto settembre e ben tornati nell’orto!

Inauguriamo questo bellissimo mese approfittando dei doni della terra, per rinnovare il ricettario e immergerci nei sapori e nei profumi settembrini.

Come forse alcuni di voi sapranno, l’Hotel Corallo di Rimini sostiene attivamente il progetto “Mille Orti per la città” di Casa Macanno, attraverso “l’adozione” di un orto curato soprattutto grazie ai ragazzi con sindrome di Down che vengono coinvolti in un importante lavoro quotidiano.

E dato che siamo così attenti e affezionati ai prodotti stagionali da portare a tavola, oggi vogliamo approfondire proprio questo argomento che ci sta a cuore.

Cosa succede nell’orto a settmebre

Conoscere quali sono gli ortaggi di stagione nei vari periodi dell’anno non è di fondamentale importanza solo per chi coltiva l’orto; ma dovrebbe esserlo anche per selezionare con consapevolezza frutta e verdura da acquistare quando andiamo al mercato.

Utilizzare prodotti coltivati senza forzature infatti è indubbiamente una scelta migliore, soprattutto perché grazie a prodotti freschi e di qualità, il risultato dei vostri piatti in cucina sarà eccellente.

Ma torniamo alla stagionalità ed andiamo a vedere cosa raccogliere in queste settimane!

Per chi possiede alberi da fico o una piccola vigna (oppure anche solo qualche pianta di uva che, arrampicandosi, funge da oscurante su di un pergolato) questo periodo è sicuramente il migliore per la raccolta dei frutti.

Raggiunta la giusta maturazione sia i fichi che l’uva sono delle vere e proprie leccornie.

Dolci e ricchi di sapore sono perfetti sia da gustare a fine pasto oppure come merenda, ma anche per la preparazione di ricettine sfiziose.

Qui in Romagna adoriamo abbinare i fichi caramellati allo squacquerone come farcitura di una piadina; se non avete mai provato, vi consigliamo farlo subito!

Ma dato che siamo soltanto alla fine dell’estate, ed è ancora possibile godere di belle giornate di sole, si potrebbe anche pensare di fare un dessert fresco, come ad esempio una cheescake, o una crostata con crema pasticciera farcita con fichi e uva.

I doni dellorto a settembre2

Dessert con uva e fichi

 

E che cavolo!

Ebbene sì, in questo periodo siamo nell’orto invasi da tutti i tipi di cavoli; dal cavolfiore al cavolo cappuccio, dal cavolo verza ai cavoli di Bruxelles.

Approfittiamone dunque, perché sono ricchi di vitamine, fibre e acqua, e sono anche antiossidanti!

Si tratta di ortaggi che aiutano molto in cucina, sia per la preparazione di contorni che per le zuppe; ma soprattutto perché sono molteplici i metodi di cottura: si possono bollire, stufare, preparare al forno, in padella o semplicemente portare in tavola a crudo.

Ecco alcune idee semplici e sfiziose che vi proponiamo:

  • involtini di verza ripieni (con carne o riso; a seconda che siate vegetariano o meno)
  • cavolfiore gratinato
  • cavolo cappuccio in umido
  • pasta con cavolo nero
  • cavoletti di Bruxelles stufati alla birra

Per tutti questi piatti esistono ricette veloci e adattabili a diverse tradizioni regionali, così come alle varie esigenze gastronomiche.

Ma scopriamo un altro alleato della nostra cucina che si può trovare nell’orto a settembre: i fagiolini!

Fagiolini che bontà!

Chi di noi non ha in mente l’immagine della nonna o della mamma che pulisce i fagiolini verdi in cucina?

I doni dellorto a settembre4

Fagiolini crudi

Seminati in primavera, verso aprile/maggio, in terreni fertili e non eccessivamente ombreggiati, ecco che in estate ci troviamo questo delizioso baccello pronto ad essere raccolto fino a settembre.

I fagiolini si consumano prima che il seme al loro interno prosegua la maturazione, dando vita poi ai fagioli. Essi infatti sono entrambi il frutto della medesima pianta, e fanno parte dei legumi più diffusi su tutto il territorio nazionale.

Solitamente sono graditi anche dai più piccoli e risultano essere apprezzati anche semplicemente lessati in acqua bollente per pochi minuti.

Ma se amate particolarmente i fagiolini, ecco un primo piatto nutriente per chiudere l’estate con gusto: fusilli con fagiolini e patate profumati al basilico.

Per questo primo piatto sarà sufficiente far bollire i vostri fusilli preferiti, scolari e poi farli saltare insieme ad una dadolata di patate e fagiolini precedentemente lessati in acqua salata.

Il profumo di basilico più essere dato dalle foglie fresche usate come guarnizione dopo l’impiattamento, oppure aggiungendo alla spadellata un p0′ di pesto per rendere il tutto più cremoso.

Il sapore unico dei vostri fagiolini freschi raccolti nell’orto sarà una vera delizia per il palato.

A noi è già venuta fame!