Nino Pedretti ci augura buongiorno con poesia!

nino pedretti poesia

Cari amici, siamo ripartiti! Dal 29 maggio, ieri, abbiamo aperto le porte e finalmente possiamo dedicarci a quello che ci piace di più fare nella vita: accogliervi e curare il vostro tempo! Crediamo che si possa ricominciare con fiducia, grande rispetto per le norme di sicurezza e tanto cuore e poesia. Ed è proprio la “poesia” la protagonista di questo articolo. Nello specifico, una poesia dal titolo “La matéina prèst” (“La mattina presto”) di Nino Pedretti.

Le vetrate della nostra sala colazione riportano la poesia di Nino Pedretti

nino pedretti poesia

Ricominciamo con tanto spirito, attingendo energia a ciò che amiamo di più: il territorio e i suoi tesori. Il nostro designer Adriano Cucca ha proposto di dare il “buongiorno” in modo speciale ai nostri clienti, con una poesia. Le parole in dialetto (con relativa traduzione) di Nino Pedretti sono state trasformate in stencil da applicare alle nostre luminose vetrate. Ogni mattina ci accompagneranno nell’inizio di un nuovo, splendido, giorno.

Chi è Nino Pedretti

«A differenza dell’italiano, arrotolato nei codici, levigato ed illustre, il fratello umile, il dialetto, è vissuto all’aperto come un’erba selvatica, bagnato dalla pioggia dei secoli e come un’erba pertinace di gramigna, si è arrampicato sui monti, si è addentrato nei minimi villaggi, ha coperto ogni metro di terra dove viveva la gente comune del lavoro e dei sacrifici.»

Pedretti nasce a Santarcangelo nel 1923 e, a causa della guerra, studia a più riprese. Dopo il diploma di geometra viene chiamato al fronte di guerra, ma fugge rifugiandosi a San Marino. Ni primi anni dopo la guerra si diploma all’istituto magistrale di Forlimpopoli. Comincia a esplorare le possibilità espressive del dialetto romagnolo, dando vita al E’ circal de’ giudéizi, intellettuali  e studiosi santarcangiolesi si scambiano nozioni. Pedretti sarà anche protagonista della codificazione di segni specifici per interpretare i suoni del dialetto, grazie ad un confronto molto importante che avvenne a Costanza con Friedrich Schürr (linguista austriaco che è considerato uno degli esperti più preparati sullo studio della lingua romagnola).

Dopo il diploma da maestro, si iscrive alla facoltà di lingue straniere di Urbino. Dopo un breve soggiorno in Germania, diventa insegnante nei licei.

È del 1975 la prima raccolta di poesie in dialetto Romagnolo: “Al vòuşi” (“Le voci”)da cui è stata tratta la poesia “La mattina presto”, che ora si trova nella nostra sala colazione.

Pedretti è quel tipo di autore, che, come dice il titolo della sua raccolta, dà “voce” a quel sentimento profondo che è patrimonio comune, che appartiene alle piccole cose. Una sorta di visione “pascoliana” e intima dei sentimenti di una terra nata generosa, ricca di spirito e sentimenti come la Romagna. Quella che racconta piccole parti della vita, che diventano immense nel momento dell’acquisizione del racconto di essa. Una sorta di visione alla Tonino Guerra, ma con radici più profonde nella nostra identità territoriale.

Nino Pedretti dà voce alla nostra memoria, con il suono giusto, quello eterno del dialetto.
nino pedretti poesia

Ci prepariamo ad attaccare gli stencil.

 

nino pedretti poesia

“La mattina presto” e la sua traduzione sono ora sulla nostra vetrata.

Ecco la poesia di Nino Pedretti per intero, con relativa traduzione.

La matéina prèst

A m’arcórd la matéina se cafè

l’udòur di tréni, la nèbia

d’in èlt datònda al chèṣi

e’ sònn ch’e’ pastruciéva s’l’aria

e i ruméur dal curiri

sal pènzi pini ad studént

e e’ sòul ch’lavnéva so pianín

alzènd al brazi e la caméisa

rossa de dè

te zil ch’l’aveva frèdd

ancòura par la nòta.

La mattina presto. Ricordo la mattina col caffè │ l’odore dei treni, la nebbia │ in alto attorno alle case │ e il sonno che si impastava con l’aria │ e il rumore delle corriere │ gremite di studenti │ e il sole si alzava piano │ alzando le braccia e la camicia │ rossa del giorno │ nel cielo ancora infreddolito │ per la notte.

Cosa ne pensate di questa idea? Vi aspettiamo qui a Rimini con mille ulteriori novità!