Santarcangelo dei Teatri

santarcangelo dei teatri

Santarcangelo dei Teatri: Il festival Internazionale del Teatro in Piazza non si ferma!

Buongiorno e bentornati sul blog dell’Hotel Corallo Rimini.

Finalmente torniamo a parlarvi di eventi e di appuntamenti immancabili che si terranno a Rimini e in tutto il territorio limitrofo.

In particolare ci dedichiamo a Santarcangelo di Romagna e all’imperdibile festival internazionale del teatro in piazza

Quest’anno tutto il Festival sarà atto performativo, un set cinematografico esploso, dove cittadini e cittadine, performer, tecnici, cuochi e negozianti saranno attori di un enorme film post apocalittico.

I luoghi in cui si darà vita a tutto ciò saranno: la Piazza, Lo Sferisterio, il parco di Imbosco e tante altre location magiche! 

Santarcangelo dei Teatri organizza sin dal 1971 il più antico Festival italiano dedicato alle arti della scena contemporanea, uno dei più importanti appuntamenti europei del teatro, danza e performing arts.

santarcangelo dei teatri 

Alla base di questo evento abbiamo l’internazionalità delle presenze artistiche e il rapporto con lo spazio pubblico di Santarcangelo, assieme alla collettività dei suoi cittadini.

Quest’anno il programma avrà come titolo “Futuro Fantastico”, edizione di emergenza che durerà solamente 5 giorni, dal 15 al 19 luglio e avrà luogo in diverse location aperte.

Si tratta di un progetto ricostruito in piena pandemia collaborando con artisti/e, staff tecnico, amministrazione, cittadinanza e tanto altro.

Cinque giorni sono pochi per accogliere una rete piena di contatti attivata in questi lunghi anni, ma gli incontri che hanno organizzato e inserito nel programma ufficiale sono davvero interessanti!

E’ importante ripartire tutti insieme, collaborare per far riprendere le attività commerciali strettamente legate alle tante proposte culturali che Santarcangelo ha sempre offerto.

Sarà un Festival abitato da artisti italiani, ma non solo, pieno di soprese e bellezza.

Ecco il programma.

santarcangelo dei teatri 

Chiudiamo lasciando un frammento preso da un testo donato da un gruppo teatrale della regione, “Quotidianacom”:

“Trasmettere una idea di inizio. Nel futuro fantastico gli esseri umani potranno stare vicini uno all’altro senza che questa condizione comporti sofferenze profonde, tanto da preferire la solitudine e negarsi alla fratellanza. Nel futuro fantastico gli anziani potranno correre come lepri, per il loro puro piacere.
Il sogno annienta la retorica.
Il sogno genera salvezza.”