BIENNALE DEL DISEGNO A RIMINI

DAL 23 DI APRILE AL 10 DI LUGLIO RIMINI ACCOGLIE LA SECONDA EDIZIONE DELLA BIENNALE DEL DISEGNO.

 

Come ha precisato il nostro sindaco, Rimini si presta molto bene ad un evento dedicato al disegno in ogni sua forma e dimensione.

“Precario o definitivo che sia, personalmente credo che con il disegno si definisca la città di oggi, ‘l’incompiuta permanente’ in cui vive e respira l’intera umanità. “ precisa il Sindaco, “E Rimini è città contemporanea per antonomasia. Aperta e chiusa, capace di vivere il quotidiano con lungimiranza, solida e provvisoria, antica e neonata, mai finita ma comunque completa. Il disegno di Rimini si sublima nel disegno stesso. “

I luoghi dedicati alla cultura aprono le porte a quella che è una mostra visitata da tantissimi turisti e persone del luogo. Vi invito a visitare ad esempio il Castel Sismondo e ad osservare minuziosamente le opere esposte. Personalmente quella che mi ha colpita maggiormente è quella di  Giancarlo Valentini, “La libertà del grafico”.

Con i suoi manifesti ha accompagnato la storia di Rimini e circondario, mettendo in risalto sia l’aspetto turistico che economico della città e vincendo a sua volta numerosi premi. La sua è un’arte che sconfina tra disegno, pittura e tridimensionalità. Di quest’ultima ne ha fatto un punto di forza, regalando alle sue immagini movimento e profondità, necessari per rendere un disegno più vivo possibile. Vedrete che vi attireranno i suoi colori, forti e vivaci, esaltati da disegni geometrici e ben definiti.

La foto che vedete in alto è solo uno dei tanti disegni che potrete godervi durante la vostra visita alla Biennale del disegno di Rimini. Regalate qualche ora del vostro soggiorno a queste opere esposte nei luoghi dedicati alla cultura più suggestivi di Rimini.

E mi raccomando, non dimenticatevi di farmi sapere quale vi ha colpito di più.