‘Amarcor’ Rimini Marathon

rimini marathon

‘Amarcor’ Rimini Marathon: la maratona omaggia Fellini nel centenario della sua nascita

A poco meno di due mesi dalla nuova edizione della Rimini Marathon, in programma il 21 e 22 marzo 2020, sono già tanti i partecipanti che si sono dati appuntamento all’Arco di Augusto per vivere insieme un week-end di sport, festa e buon cibo.

Saranno i bambini a dare il via alla manifestazione sportiva.
La Kids Run, percorso non competitivo di 1 km per piccoli corridori tra i 6 e gli 11 anni, partirà sabato 21 marzo alle ore 16.

Nella serata di sabato ci sarà spazio anche per un aperitivo all’arco con musica live e per assaporare tagliatelle e altre squisitezze nell’area food allestita per l’occasione.

La mattina di domenica 22 marzo sarà la volta delle altre tre gare in programma: Rimini Marathon, Family Run e 10 Miglia.

La più impegnativa è la Rimini Marathon, con un percorso di 42 km, mentre la 10 Migliae la Family Run prevedono, rispettivamente, un percorso di 16 e 8 km.

Metterà fine al week-end sportivo la cerimonia di premiazione, allestita presso il Marathon Expò, nei pressi dell’Arco di Augusto, dove sarà possibile visitare stand enogastronomici e commerciali e acquistare il Merchandising della Rimini Marathon.

Quest’anno la Rimini Marathon è un’edizione speciale perché cade nel centenario della nascita di Federico Fellini. Gli organizzatori hanno voluto omaggiare il maestro a partire dal nome stesso della maratona, che per questa speciale edizione è diventato “Amarcor Rimini Marathon”.
Per uno strano gioco di parole, Amarcor non richiama solo il celebre film Amarcord del regista riminese, ma contiene in sé l’essenza stessa della maratona: ‘amar’ e ‘cor’, ossia amore per la corsa.

La stessa locandina della manifestazione vede campeggiare in primo piano l’inconfondibile profilo di Fellini rivisitato dal pittore riminese Gianni Caselli.

Troviamo spunti felliniani anche nel percorso, che passerà per Borgo San Giuliano e per le “sue” strade e i “suoi” punti di ristoro. Non mancheranno alcuni tra i personaggi più famosi dei suoi film, dall’indimenticabile tabaccaia a “scureza”, altro celebre personaggio di Amarcord, che dovrebbe aprire la manifestazione a bordo della sua motocicletta.

Alla nipote del cineasta, Francesca Fabbri Fellini, toccherà invece scegliere i lavori più significativi del concorso di disegno indetto nelle scuole elementari della città.
Disegno e immaginazione sono stati tra i cardini dell’espressione felliniana.

Fellini diceva “tutto si immagina”.

Sembra aver spunto proprio da questa espressione l’idea di organizzare una maratona a Rimini.
Come sottolinea l’assessore comunale allo Sport Gian Luca Brasini: «Sette anni fa un gruppo di appassionati della corsa e amanti di Rimini ha immaginato di mettere in piedi la prima maratona cittadina e l’ha trasformato in una bellissima realtà».

«Oggi»- conclude l’assessore – «la Rimini Marathon è un appuntamento immancabile del nostro calendario sportivo, e dunque non poteva non partecipare alla festa di compleanno per Federico Fellini, un “compleanno lungo un anno” contrassegnato da tanti eventi e iniziative che spaziano dalla musica, all’arte, passando anche per lo sport».