Le Concert des Nations a Rimini presso il teatro Galli

Le Concert des Nations

Foto in evidenza: David Ignaszewsk

Cari amici, bentornati sul nostro blog e preparatevi ad un evento davvero speciale che sta per avvenire l’11 ottobre a Rimini!

Avete tutto il tempo per aggiudicarvi un biglietto presso il magnifico teatro Amintore Galli, gioiello della nostra città, per ascoltare dal vivo “Le Concert des Nationsensamble strumentale che offre un intrattenimento unico e di grande fascino.

L’appuntamento è inserito nel calendario dei concerti sinfonici della Sagra Musicale Malatestiana, ed è considerato, a ragione, un evento di grande pregio per più motivi. Il primo è sicuramente la tipologia degli strumenti.

Questa “orchestra” ha infatti un repertorio storico, orchestrale e sinfonico, che presenta brani dal barocco al romanticismo (1600-1850), e li realizza rigorosamente con strumenti d’epoca.

Il vantaggio, per gli amanti della musica classica, è quello di sentire le arie composte espresse e riprodotte con strumenti della stessa epoca. Il tutto ha un grande fascino e rende questo evento particolarmente apprezzato.

Come sempre, a dirigere l’orchestra sarà il maestro Jordi Savall. Le opere, ambedue di Beethoven, che verranno riprodotte sono;

  • Sinfonia n.3 in mi bemolle maggiore op.55 Eroica 
  • Sinfonia n.5 in do minore op.67

Qualche informazione su Le Concert des Nations

Nasce nel 1989, e coloro che la crearono sono il direttore storico Jordi Savall e Monserrat Figueras. Serviva un ensemble di strumenti d’epoca per interpretare il Canticum Beatae Virgine di Charpentier.

Il nome deriva dall’opera di Couperin, “Les Nation”, appunto, e si ispira alla filosofia illuminista rispetto all’arte, con un timbro cosmopolita. Infatti nel secolo dei lumi si pensava che l’arte europea fosse testimone di una rivoluzione culturale che unisse i paesi e abbattesse le frontiere, come in un certo senso è stato.

Un’altra curiosità riguarda la nazionalità dei componenti: è la prima ad essere formata esclusivamente da musicisti provenienti dai paesi latini, tutti esperti di musica storica e naturalmente di strumenti musicali d’epoca. 

Si  presagisce un grande evento, tutto da scoprire. Vi aspettiamo a Rimini, a braccia aperte! 😉