La Traviata al Teatro Galli di Rimini

La Traviata vi aspetta al Teatro Galli di Rimini

La grande opera al Teatro Galli: in arrivo la Traviata di Giuseppe Verdi

La stagione 2019 della lirica riminese si apre decisamente in grande stile.

In due distinte serate, 8 e 10 marzo,andrà in scena al Teatro Galli di Rimini un capolavoro senza tempo che non smette di rinnovare il suo incanto rappresentazione dopo rappresentazione, tanto da essere considerata in assoluto una delle opere più amate dal pubblico: La Traviata di Giuseppe Verdi.

“Ho sempre dichiarato che è l’opera che amo di più: dal mio punto di vista non esiste nella letteratura operistica un personaggio femminile all’altezza di Violetta, per modernità, intelligenza, classe e maturità”, queste le parole del regista Leo Nucci.

L’opera, prodotta dal teatro Municipale di Piacenza, oltre all’ottima regia di Nucci, vede la preziosa collaborazione dal team creativo del progetto Opera Laboratorio 2018 (tra gli altri, Salvo Piro all’aiuto regia, Claudio Centolavigna alle scene, Artemio Cabassi ai costumi, Claudio Schmid alle luci).

A dirigere l’Orchestra Giovanile e il Coro del Teatro Municipale di Piacenza (preparato da Corrado Casati) ci sarà la bacchetta esperta di Pier Giorgio Morandi, mentre le coreografie saranno affidate a Sabrina Fontanella.

I protagonisti, come di consueto, sono stati scelti tra i più talentuosi giovani cantanti seguiti da Nucci, il quale si è occupato personalmente della loro preparazione e dello studio approfondito dei ruoli chiamati a interpretare, coniugando ferrea disciplina a passione e dedizione.

Tra i nomi di spicco troviamo il soprano Adriana Iozzia, già apprezzata di recente nella parte di Medora nelle rappresentazioni modenesi de Il Corsaro.

Qui la talentuosa soprano non può che interpretare Violetta Valéry, e lo fa superando brillantemente una prova resa ancora più ardua dall’allestimento voluto quest’anno da Nucci per rendere omaggio alla più celebre Violetta della storia operistica, ovvero l’indimenticata Maria Callas della versione del 1955 di Luchino Visconti.

Già all’epoca Visconti scriveva che “tutte le Traviate che verranno avranno un po’ della Traviata di Maria.
Le Violette future saranno Violette-Maria. E’ fatale, in arte, quando qualcuno insegna qualcosa agli altri, alle altre. Maria ha insegnato”.

Accanto alla Iozzia ci saranno il tenore peruviano Ivan Ayon Rivas, fresco vincitore del premio Placido Domingo, qui nel ruolo di Alfredo, e l’affermato baritono Benjamin Cho nei panni di Giorgio Germont.

Completano il cast Carlotta Vichi (Flora), Luisa Tambaro (Annina), Raffaele Feo (Gastone), Juliusz Loranzi (Barone Douphol), Stefano Marchisio (Marchese d’Obigny), Vincenzo Santoro (Dottor Grenvil), Andrea Galli (Giuseppe) e Francesco Cascione (Domestico di Flora/Commissionario).

Vi aspettiamo a Rimini!