San Mauro Pascoli: alla scoperta delle terre malatestiane

villa torlonia san mauro pascoli

Sapete quanto amiamo il nostro territorio.

Crediamo fermamente che Rimini sia un mix indissolubile di bellezze che si esplicano in spiaggia, entroterra, tradizioni e bontà culinarie.

Proprio per questo motivo nei pacchetti offerte che pensiamo per voi, includiamo molto spesso una gita alla scoperta dell’entroterra.

L’obiettivo è di farvi innamorare profondamente del nostro territorio e di tutte le peculiarità che lo contraddistinguono.

Spazio quindi a sabbia e ombrelloni, senza accantonare però castelli malatestiani e borghi che hanno scritto la storia d’Italia.

Dopo avervi raccontato a lungo di San Leo, Santarcangelo, del famoso Castello di Montebello e di tantissimi altri borghi, oggi è il momento di San Mauro Pascoli.

Origini di San Mauro Pascoli

Le sue origini risalgono al 1191.

All’epoca veniva chiamata Fundum Sancti Mauri, in onore all’unica chiesa del paese, dedicata all’omonimo vescovo della vicina Cesena.

Nel 1378 San Mauro è stata fortemente contesa tra i Malatesta, gli Zampeschi e altre signorie che desideravano fortemente questa zona strategica della romagna.

Nel 1590 passa poi alla Camera Apostolica e nel 1827 diventò comune autonomo, prendendo il nome di San Mauro di Romagna.

In questo piccolo comune erge la Torre di Torlonia, una delle più belle dimore della zona.

La Torre, tenuta storica dei principi di Torlonia a San Mauro Pascoli.

villa torlonia san mauro pascoli

Villa Torlonia San Mauro Pascoli

Il complesso storico comprende ad oggi un edificio principale, una cappella privata e un edificio, all’epoca destinato ad abitazione del fattore che si occupava della tenuta e ad oggi trasformato in ristorante.

All’interno delle mura, è presente un ampio cortile che ospita matrimoni, eventi culturali e rappresentazioni teatrali.

villa torlonia san mauro pascoli

Villa Torlonia San Mauro Pascoli: corte interna

Ma continuiamo con la storia…

Nel 1932 San Mauro di Romagna diventò San Mauro Pascoli in onore del poeta Giovanni Pascoli. Quest’ultimo ha reso San Mauro un paesino conosciuto da tutti coloro che amano la poesia e la letteratura.

A pochi passi dalla piazza centrale della cittadina si trova la casa di Pascoli, ad oggi trasformata in un vero e proprio museo.

Vengono custoditi e mostrati gli oggetti appartenenti alla sua famiglia come la sua culla, il mobilio dello studio che Pascoli deteneva a Bologna e tutte le prime edizioni delle sue opere.

Non mancano dediche, fotografie e altri ricordi del poeta.

Capite perché ci teniamo a farvi conoscere il nostro territorio? Ha davvero tanto da raccontare.