Romagna Sud: un video al tempo dell’isolamento

romagna sud

Cari amici, ci mancate talmente tanto che venerdì scorso abbiamo fatto un passo importante: abbiamo inaugurato una diretta Facebook (un appuntamento settimanale)  che potesse avvicinarci a tutti voi. Abbiamo presentato un video sulla Romagna sud girato durante questi giorni sospesi.

Queste dirette avranno ogni settimana dei temi ben definiti, un calendario ricco di curiosità sul nostro territorio, sul nostro cibo, sulla nostra identità.

Il video sulla Romagna Sud: un gesto di solidarietà

Il video che abbiamo “raccontato” è un gesto “generoso”. Una cantina di vini locale, Enio Ottaviani, ha ingaggiato un’azienda specializzata in riprese dall’alto per motivi professionali. Le riprese sono risultate belle, suggestive, e assolutamente irripetibili.

I tempi del lockdown, quando tutto sembra sospeso, quando tutti i luoghi si spogliano di presenze e di rumori, hanno presentato scorci inusuali che meritano di essere immortalati. L’azienda se ne accorge e dona un video, assolutamente anonimo dal punto di vista commerciale, ma ricco e profondo per quanto riguarda l’identità territoriale, ai comuni interessati dalle riprese.

L’abbiamo presentato in diretta e i vostri commenti ci hanno confermato il grande fascino di questi frames. Vi lasciamo il link per rivederlo.

San Giovanni in Marignano, il granaio dei Malatesta

Uno sguardo più profondo è stato dato a San Giovanni In Marignano, al confine con le Marche. Si tratta di una cittadina che fu baluardo della difesa della signoria dei Malatesta contro il vicino ducato di Montefeltro.

Vale la pena citare la squadra chiamata di Sigismondo Pandolfo Malatesta alla progettazione del muro di cinta. Un progetto nato per proteggere uno dei cinque centri economici più importanti della Romagna Sud: San Giovanni in Marignano, appunto.

La squadra dei progettisti era composta da nomi illustri, ed era capitanata nientepopodimeno da Filippo Brunelleschi.  La nuova progettazione avvenne tra il 1438 e il 1442, e ma  recinzione muraria era ispirata a Costantinopoli. Il gruppo di progettazione per le infrastrutture militari era chiamato “Consiglio di guerra” e contava, oltre al già citato Brunelleschi, Piero della Francesca, Roberto Valturio e Leon Battista Alberti.

Siamo ricchi di storie, in ogni angolo, in ogni dove. E ogni volta che ve le raccontiamo, ci sentiamo di rendere onore a questa Terra, fatta di sorrisi e passione, che si chiama Romagna!