Passeggiando alla scoperta del Monte Fumaiolo

Come avrete notato, nel corso di questi mesi abbiamo fatto un vero e proprio viaggio visitando virtualmente alcuni dei luoghi più affascinanti dell’entroterra riminese.
L’obiettivo è quello di proporvi valide alternative ad una classica giornata di mare e darvi qualche spunto in più per rilassarvi trascorrendo qualche ora sui colli a stretto contatto con la natura.

Oggi vi consigliamo una gita fuori porta alla scoperta del Monte Fumaiolo situato tra Romagna, Toscana e Marche.

Molti di voi sapranno già che proprio dalla cima del Monte Fumaiolo nasce il Tevere.
Si narra che il suo nome derivi proprio dalla sviluppata e continua attività dei carbonai che utilizzavano la legna dei boschi circostanti per produrre carbone.

Vi assicuriamo che, nonostante la poca distanza dalla caotica Rimini, è possibile staccare la spina anche solo per qualche ora.
Grazie ai comodi sentieri potrete risalire il monte a piedi o in bicicletta sfrecciando tra l’immensa distesa di faggi, tipici della vegetazione di questa zona.

Una volta arrivati alla sorgente è giunto il momento di stendere una coperta sull’erba e gustarvi il vostro pranzo al sacco e, per i più golosi, deliziare le vostre papille gustative con i prodotti tipici del Monte Fumaiolo come la Pera Cocomerina e il Raviggiolo .

La pera Cocomerina è un frutto dalle dimensioni molto piccole che si contraddistingue per la sua buccia verde e la polpa rossa dal gusto squisito.

Il Raviggiolo invece è un formaggio fresco morbido dal gusto acidulo, ottimo da mangiare fresco magari accompagnato da del pane appena sfornato che vi consigliamo di acquistare nel forno del paese o, in alternativa, con della piadina romagnola.

Dopo pranzo potrete giocare a pallone con in vostri figli o dedicarvi alla lettura stesi all’ombra dei faggi secolari che popolano la zona.

Una volta riposati è tempo di tornare verso Rimini.

Noi vi aspettiamo in Hotel per cena!
Il nostro chef Giuliano vi stupirà come sempre! 🙂