Curiosità e luoghi simbolo di Gemmano, cuore dell’entroterra riminese

gemmano

 Cuore dell’entroterra riminese: Curiosità e luoghi simbolo di Gemmano

Buongiorno e bentornati sul blog dell’Hotel Corallo Rimini!

Oggi vi raccontiamo Gemmano e la sua storia.

E’ un paese situato nel cuore della Valconca e rappresenta il punto più alto della provincia riminese.
Un territorio tutto da scoprire che racchiude in sé due anime contrapposte e insieme complementari.
Da un lato la sacralità dei santuari e dei luoghi di culto, dall’altro il lato giocoso e scanzonato della Romagna, con i suoi giochi, il folclore, le credenze popolari, le sagre e le feste musicali.
Senza contare il clima e l’aria buona che si respira, le eccellenze culinarie e i sapori genuini di una volta che richiamano migliaia di turisti da ogni parte del mondo.

D’altronde sacro e profano convivono pacificamente a Gemmano; basti pensare al caratteristico Santuario della Madonna di Carbognano, uno dei luoghi simbolo del paese, che ogni 1° maggio dal 1982 ospita la Festa della Fava e del Formaggio in onore del patrono S. Vincenzo.
O ancora, la settimana di ferragosto, tradizionalmente legata all’Assunzione di Maria, in cui si tiene la Sagra della pappardella e del cinghiale, ghiotta occasione per trascorrere una serata estiva all’insegna della gastronomia locale e dei piaceri della tavola.

Attirati dai suoi colori predominanti – il verde della natura, le tonalità di grigio dei campanili e delle strade, l’azzurro del cielo e la luce magica che sfiora i rilievi all’imbrunire – i turisti arrivano a Gemmano anche per visitare un altro luogo simbolo del paese, le Grotte di Onferno.

Tutelate all’interno dell’omonima Riserva Naturale, le Grotte sono celebri, oltre che per la loro bellezza paesaggistica, rappresentata da una morfologia carsica che si sviluppa in oltre 700 metri di cunicoli e anfratti scavati da un corso d’acqua sotterraneo, anche per due curiosità.

La prima è legata ad una leggenda che racconta di come Dante Alighierisi sia ispirato proprio a questi luoghi per descrivere gli ambienti dei canti dell’inferno (da qui il nome di Grotte di Onferno), l’altra invece riguarda i suoi singolari abitanti – più di 6.000 specie di pipistrelli – vale a dire 6 volte il numero complessivo dei cittadini!

Da non dimenticare infine ilParty Rock Gemmano, festa interamente organizzata e promossa dall’associazione “Giovani insieme”, costituita dai ragazzi del paese.
Un evento che coniuga l’adrenalina degli spettacoli musicali e della gara tra band.

E’ un momento molto suggestivo!

La piazza principale del paese si trasforma per una notte in una vera e propria arena del rock, con la varietà degli stand gastronomici e di altre manifestazioni laterali capaci di attrarre un gran numero di spettatori, come ad esempio uno spettacolare raduno motociclistico aperto a modelli di ogni epoca.