Tour culturale alla scoperta dei Musei di Rimini

museo della città rimini

Tour culturale alla scoperta dei Musei di Rimini, prima parte.

“La cultura non è professione per pochi: è una condizione per tutti, che completa l’esistenza dell’uomo.” Elio Vittorini

La cultura è cibo per l’anima.
Così come nutriamo il nostro corpo, allo stesso modo dobbiamo nutrire l’anima di conoscenza, trasformazione, creazione di vita. Tutto questo è cultura!
L’Italia, in questo senso, è uno dei Paesi più ricchi al mondo per storia, cultura, opere architettoniche ed artistiche, varietà di paesaggi e bellezze naturali.
Ciascuna regione italiana rappresenta, agli occhi del mondo intero, un concentrato di capolavori e forme culturali dal valore inestimabile.
L’Emilia-Romagna detiene un patrimonio artistico-culturale davvero invidiabile.
Nella sola provincia di Rimini troviamo una presenza massiccia di musei.
Alcuni tradizionali, altri più inconsueti e qualcuno decisamente stravagante!
Iniziamo il nostro tour dai musei classici di Rimini: i più conosciuti e i più visitati.

1. Museo della Città

Non potevamo non partire dal Museo che celebra la città di Rimini.
Una partenza autoreferenziale che aiuta il visitatore a recuperare la memoria storica cittadina, a scoprire i popoli che sono passati di qua, le testimonianze dell’arte e della cultura figurativa riminese, le antiche tradizioni di cui è rimasta traccia tutt’oggi.
Gli allestimenti interni – 1500 opere in oltre 40 sale – dimostrano che dentro le mura di Rimini batte un cuore antico.

 

museo rimini

HIGHLIGHTS DA NON PERDERE:

  •  Lapidario romano: conservato all’interno del giardino, presenta iscrizioni dal I sec. a.C. al IV sec. d.C.
  • Anfiteatro: monumento simbolo della Romanità e importante documentazione archeologica; all’interno dell’edificio anfiteatrale spicca un bronzetto di gladiatore che evoca l’atmosfera dei giochi che si svolgevano anticamente nell’arena
  •  La domus del chirurgo di Jacopo Ortalli: prende il nome dalla professione di chirurgo del suo ultimo dominus; la Domus rappresenta una straordinaria fotografia della vita nella Rimini antica e lo spaccato di una taberna medica dell’epoca

2. Museo degli Sguardi

Nel suggestivo Museo degli sguardi sono esposti gli oggetti riportati da Delfino Dinz Rialto dai suoi avventurosi viaggi in America, Oceania e Africa. 7.000 imperdibili esemplari dell’archeologia precolombiana e della collezione amazzonica.

museo degli sguardi rimini

HIGHLIGHTS DA NON PERDERE:

  •  Lo sguardo meravigliato: una carrellata di oggetti “strani”, curiosi, mai visti prima
  • Lo sguardo scientifico: museo etnografico (materiali provenienti da Oceania e Africa) e museo archeologico (oggetti amerindiani)

3. Museo Fellini

Tra Castel Sismondo, il cinema Fulgor e piazza Malatesta troviamo il Museo Fellini.
Non un semplice museo, ma un enorme set che permetterà ai visitatori di sentirsi come dentro un film del maestro riminese. Un luogo ad alta tecnologia, ma anche ricco di poesia e suggestioni.

Tanti gli oggetti che verranno esposti: disegni originali, progetti rimasti incompiuti, costumi e pezzi di scenografie.

HIGHLIGHTS DA NON PERDERE:

  • Mostra “Fellini 100”: l’esposizione ruota attorno a tre nuclei tematici, il primo dei quali racconta la Storia d’Italia dagli anni ’20 agli anni ’80 attraverso lo sguardo visionario dei film di Fellini

E con questa ultima tip vi diamo appuntamento alla prossima settimana con la seconda parte del tour.